Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

P.G.S. ROBUR 1905 MACERATA

STORIA

108 ANNI DI SPORT CON I GIOVANI DI MACERATA

Seguendo  tracce  di una   sintesi di cronaca dell’Istituto Salesiano di Macerata, sappiamo  che  nel 1905 l'Oratorio di Macerata era   frequentato regolarmente da circa 400 giovani e  con i più quotati (dal punto di vista ginnico) l'infaticabile don Luigi Baldi fondò la nuova società ginnastica, con la conduzione  tecnica  del prof. Elvio D'Errico,  ordinario  di educazione fisica.

 

Il 9 gennaio 1907 fu benedetta la prima “bandiera”  ufficiale della Robur, ricamata  dalla Contessa Luisa e dalla contessina Amalia Tomassini Barbarossa.

 

 

I ginnasti roburini raggiunsero - in brevissimo tempo - un tale livello di preparazione e perfezione da primeggiare a livello nazionale. Vincitori a Biella nel 1906 e nel concorso internazionale di Milano nel 1909. Nel frattempo inizia l'attività nel settore calcio con le prime sporadiche gare ufficiali.

 

La Prima Guerra Mondiale provocò la sospensione di ogni attività. Molti giovani partirono con lo stesso entusiasmo e con lo stesso coraggio dimostrato in palestra. Diversi furono i valorosi che immolarono la loro vita per la Patria: i caduti furono 58, di cui 2 Medaglie d'oro, 7 d'argento e 2 di bronzo.

 Finita la guerra, la Robur riorganizzò le sue file e riprese l'attività calcistica. La squadra fu rifondata da don Torello Simonelli e,   benchè povera di nozioni tecniche e dei minimi concetti tattici, ottenne buoni risultati anche se non strepitosi come quelli in campo ginnico.

Nel settembre 1921 la città di Macerata vive un momento storico: si registra la fusione delle società  della Robur , la Virtus e l'Helvia Recina, dando vita ad una nuova squadra " la Maceratese ". Ben sette giocatori furono presi dalla Robur (Angelo e Ugo Perugini, Ivo Moschini, Umberto e Vittorio  Principi, Umberto Taffetani, e Luigi Carelli). Pur condividendo tale strategia, la Robur non rinuncia alla propria autonomia rivolta prevalentemente all'attività del settore giovanile.

Dopo la seconda interruzione forzata dal 2° conflitto mondiale, la Robur riprese prontamente l'intera attività calcistica aprendo un ciclo ricco di grandissime soddisfazioni legate anche a ragazzi che poi ebbero gloria e successo anche nel calcio professionistico a partire dagli anni 60/70.

 

La costruzione di un secondo campo  denominato "Giansanti" e l'avvio  dei lavori per la nuova sede dell'Oratorio, sita dove sempre era stato  il "rustico", intorno al  1956, offrì la possibilità di sviluppare ulteriormente l'attività sportiva. 

 

GLI ANNI 60 ED I GRANDI NOMI DELLA ROBUR:

Albertino Mari esordisce in Serie A, con la maglia della Lazio, nel campionato 63-64 contro il Milan. Nato a Macerata e cresciuto nella Robur,  dopo aver giocato qualche stagione nella Sambenedettese fu acquistato dalla Lazio nel 1962. Nella sua carriera in serie A ha giocato 57 partite segnando  8 reti.

 

Umberto Berti, nato a Macerata ed anch’egli cresciuto nella Robur, è passato prima alla Maceratese dove ha giocato in serie C, poi é stato acquistato dal Torino e dato in prestito al Cesena dove il 1° anno ha vinto il campionato di serie C ed ha esordito in B nell'anno successivo. Una sfortunata serie di coincidenze (infortuni) gli ha negato la possibilità di una carriera più longeva tra i professionisti, ma resta sicuramente uno dei migliori talenti espressi dal calcio giovanile roburino negli ultimi 50 anni.

 

Pino Brizi, è il vero emblema del calcio roburino: muove i primi passi da calciatore nella società bianconera e dopo tutta la trafila nel settore giovanile salesiano (passando attraverso la Maceratese come era prassi, in quel tempo, per i migliori giovani locali) passa alla Fiorentina nel 1962. Nella società gigliata Brizi disputa ininterrottamente i campionati dal 1962 al 1976, la bellezza di 374 gare da professionista, Capitano dello storico scudetto della stagione 1968/69 oltre a due successi nella Coppa Italia ed una Mitropa Cup.

 

Anni 80:nuovi talenti roburini nell'olimpo del professionismo

Anche sul finire degli anni 80 la Robur continua ad essere fucina di giovani che entreranno nel mondo del calcio professionistico. I nomi più famosi dell'epoca sono sicuramente il giovane Fermani (all'Ascoli) e soprattutto Alessandro Porro che nella stagione 1990/91 viene acquistato dal Foggia di mister Zeman. Con i rossoneri Porro conquista la serie A ed è protagonista delle storiche imprese del club pugliese e nelle due stagioni successive ancora con il Bologna: in quattro anni Porro collezionerà quasi 100 presenze tra serie A e B.

 

 

Nella stagione sportiva 1987/88 debuta come allenatore nelle giovanili della Robur Mister Giorgio TOMASSINI. La prima squadra partecipa ala Campionato di 2^ categoria sotto la guida di Sandro MONTENOVO che gestisce anche la JUniores con ottimi risultati. Gli allievi sono seguiti dal Mister Costanrino RE.

 

Nel 1991 viene a mancare improvvisamente il presidente Edoardo Micati, per oltre 20 anni ai vertici societari, artefice principale di quella che oggi – trascorsi quasi altri 20 anni -  è la struttura e la filosofia della  Scuola Calcio PGS.Robur. Alla guida della società subentra Gianni Conforti.

 

E’ un biennio davvero terribile: il 5 aprile 1992, durante un conviviale con i suoi ragazzi,  si ferma  l'immenso cuore di Costantino Re, colui che aveva dedicato una intera vita per i giovani, il calcio e la Robur

 

1994 - Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano conferisce alla Robur il riconoscimento della Stella d’Argento al merito sportivo, una onoreficenza che non trova precedenti nel calcio dilettantistico marchigiano. La formazione Juniores conquista il titolo provinciale di categoria.

 

 

1996 - I giovanissimi vincono a Tolentino il prestigioso Memorial  Giovanni Paolinelli battendo in finale i pari età professionisti dell'Ancona Calcio per 1 a 0.

Il presidente nazionale FIGC Nizzola  ci conferisce la benemerenza sportiva per il 75° anniversario della fondazione della Robur.

Gli Allievi di mister Angelo Carducci vincono il Torneo Regionale VELOX, manifestazione tra le più qualificate nel settore giovanile del centro Italia, con oltre 40 formazioni in gara.

 

1997 - dopo un campionato esaltante i Giovanissimi giungono alla finale regionale senza però riuscire nella storica impresa: comunque un secondo posto finale che ribadisce l'eccellente livello raggiunto dal vivaio roburino.

 

1999  Allievi ancora protagonisti con il prestigioso successo nel Torneo Regionale Città di Petritoli

2000 - altri due prodotti del calcio giovanile bianconero entrano nel circuito del professionismo: Andrea Ballini e Samuele D'Ascanio passano all'Ancona Calcio. Dopo due stagioni in biancorosso per Andrea Ballini si aprono le porte del pianeta Inter.

 

Il nuovo millennio è segnato ancora daa un grave lutto: è il 20 novembre 2001 quando improvvisamente viene a mancare il nostro tecnico Euro Compagnucci uno degli allenatori che aveva maggiormente contribuito a creare un nuovo ciclo della Scuola Robur

 

2003 - Vincenzo Campogiani viene eletto nuovo presidente. Subentra a Conforti che ha guidato la società per 12 anni.

   Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) a Dicembre conferisce al nostro Bruno Battista la Stella al Merito Sportivo . una onoreficenza che -almeno nella nostra provincia - non ha precedenti (ed a tutt'oggi snemmeno successori!) per quanto riguarda un allenatore di calcio!

 

Maggio 2004 – Pulcini finalisti al Torneo Regionale “Sei Bravo a … Scuola Calcio”, mentre per i Giovanissimi impegnati nel Torneo Velox una inaspettata quanto strepitosa 2^ posizione.

 

Giugno 2005 – Dopo aver vinto la fase Regionale i Pulcini partecipano alla Finale Nazionale del Sei Bravo a Scuola Calcio a COVERCIANO

 

Settembre 2006 – gli Esordienti si aggiudicano il Torneo Panunti a Tolentino, una delle manifestazioni più qualificate in ambito regionale mentre per i Pulcini terza finale regionale consecutiva  nel Torneo “Sei Bravo a … Scuola Calcio”

Gennaio 2007Marco Coltorti viene eletto nuovo presidente della Robur

 

Pasqua 2007Esordienti allenati da Raniero Gentili trionfano a sorpresa nel Torneo Internazionale Città di Filottrano

Giugno 2007 - la stessa formazione sfiora il successo (2^ classificata) nel Torneo Regionale Nando Cleti, stessa piazza d'onore anche per la formazione cadetta partecipante al Torneo Regionale Ciriaci

 

Maggio 2008 – i pulcini allenati da Sergio Batocco ed Agostino Piccirillo sono ancora una volta finalisti al Torneo regionale SEI BRAVO A ... SCUOLA CALCIO (per la quarta volta negli ultimi cinque anni)

 

Pasqua 2008 – gli Esordienti allenati da Mauro Marcolini ripetono l'impresa del successo nel Torneo Internazionale Città di Filottrano, un risultato di grandissimo valore che trova conferma nell'eccellente quinto posto all'Internazionale Cesenatico Youth Festival  disputato a Cervia ed al sempre prestigioso terzo posto nel Torneo Regionale Nando Cleti. 

 

 

Carlo Mongiello, giovane promessa bianconera, passa agli Allievi Nazionali dell’Ascoli Calcio

 

Settembre 2008 – i Giovanissimi regionali di mister Giorgio Tomassini si aggiudicano il primo Memorial Edoardo Micati, battendo in finale i giovanissimi "nazionali" della Sangiustese Calcio.

 

Settembre 2008: i pulcini nati 1998 allenati da Guido Giorgi e Luca Pistelli si aggiudicano la prima edizione del Torneo Dora Lombardi

 

Settembre 2008 : gli Allievi regionali allenati da Franco Staffolani  vincono il 1° Torneo Città di Montelupone.

 

Giugno 2009: i Giovanissimi di mister Giorgio Tomassimi si aggiudicano con merito il Torneo VELOX, gli Esordienti allenati da Mauro Marcolini conquistano un incredibile successo al Torneo Internazionale Città di Cesena e gli Allievi "cadetti" di mister Stefano D'Orsi si aggiudicano la fase provinciale del Torneo Regionale "Paolinelli" ed il diritto di disputare la finale regionale.

 

Agosto 2009: la Robur organizza la seconda edizione del Memorial Edoardo Micati e la sua formazione dei Giovanissimi si qualifica per la finale, ma questa volta si può festeggiare solo la piazza d'onore.

Settembre 2009: gli Esordienti 1998 conquistano per il secondo anno consecutivo il Trofeo Dora Lombardi, nel Torneo organizzato dalla Cluentina Calcio.

 

 

 

 

GENNAIO 2010: gli Esordienti nati 1997 allenati da mister Mauro Marcolini conquistano il trofeo Memorial "Pietro Durastanti" battendo in finalissima la Fulgor Maceratese.

I NOSTRI SPONSOR